Alghero

Alghero è un città italiana della provincia di Sassari, in Sardegna. La città è conosciuta anche come la piccola Barcellona, perché ha conservato l’uso catalano. Alghero è la quinta città per numero di abitanti ed una delle principali della Sardegna, inoltre ha l’aeroporto per arrivare sull’isola.

E’ la terza città universitaria dell’isola dopo Cagliari e Sassari, ed è anche sede della Scuola per stranieri di lingua e cultura di Alghero.

La storia di Alghero

Il territorio dove adesso esiste la città di Alghero fu scelto come luogo di abitazione più o meno 3500 anni fa, come testimoniano i tantissimi siti archeologici. Tanta gente popolò questa zona dagli indigeni, ai punici, per continuare con i fenici, i greci, i romani, gli arabi e tanti altri ancora.

Ma l’anno ufficiale della città di Alghero è nel 1102, grazie alla famiglia genovese dei Doria che impararono a sfruttare la popolazione indigena ed il territorio. Il nome di Alghero compare scritto su alcuni documenti diplomatici risalenti al 1288, dove si trattava la pace tra Genova e Pisa in seguito ad un attacco dei pisani ai danni dei genovesi residenti ad Alghero.

Nel 1353 la città passa agli aragonesi dopo una tremenda battaglia navale al largo di Porto Conte. Da quel momento in poi per gli aragonesi Alghero diventa la loro roccaforte preferita, infatti nel 1354 Pietro IV d’Aragona ripopolò la città con catalani, valenzani, aragonesi e spagnoli, allontanando i vecchi abitanti cioè i sardi, i corsi ed i liguri. Alghero diventa così un pezzo di Spagna e le possenti mura, che ancora oggi si possono ammirare, proteggevano gli spagnoli dalle irruzioni delle popolazioni vicine, isolandola in questa maniera dal resto dell’isola.

La città di Alghero fu italianizzata definitivamente circa 200 anni fa.

Alghero ancora oggi conserva tratti tipici catalani che si notano soprattutto nell’architettura delle chiese, degli edifici, delle vie strette e delle fortificazioni.

Gli eventi più importanti di Alghero

  1. Setmana Santa: questa è la festa religiosa più importante di Alghero, è in pratica la celebrazione della Pasqua di origine spagnola. Durante la processione si porta una statua del cristo e per tutta la settimana si segue un preciso calendario. Il martedì c’è la “processione dei misteri dolorosi”, il giovedì c’è la celebrazione della Via Crucis, il venerdì c’è il rito della discesa del Cristo dalla croce e la deposizione nella tomba. Il sabato c’è tutto il giorno la veglia e la domenica di Pasqua c’è la resurrezione.;
  2. Festa in onore di Nostra Signora della Mercede: questa festa viene svolta la prima settimana di agosto. Viene fatta una particolare e suggestiva processione a mare dove partecipano tantissimi fedeli;
  3. Fiera di San Giovanni: questa fiera dove vengono allestiti tantissimi stand commerciali e gastronomici, oltre a segnare l’inizio dell’evento artistico “Los Lintores de La Muralla” segna anche il solstizio d’estate. In quest’evento artistico che dura fino ad ottobre, tantissimi pittori realizzano le loro opere davanti ai visitatori;
  4. Grand Prizdi Alghero Corallo Città: questa festa si svolge a luglio, una serata dove vengono premiati sportivi, giornalisti, film e fiction (con tema sportivo), organizzata dalla Rai, dalla Sky e dalle televisioni locali IB3 e TV3;
  5. Carnevale: in questo carnevale vengono organizzate sfilate con carri in cartapesta provenienti da Barcellona;
  6. Premio nazionale La degustatrice di olio: questa manifestazione viene svolta ogni anno, un concorso dove possono partecipare oltre a delle degustatrici professioniste anche delle semplici estimatrici;

Inoltre per tutta la stagione estiva vengono svolte tantissime manifestazioni sportive come la gara automobilistica “Alghero- Scala Piccada”, maratone di nuoto, regate veliche ed il free climbing. L’ artigianato e la cucina di Alghero L’artigianato di Alghero è quello legato alla realizzazione di gioielli in corallo rosso ed alla produzione di artigianato sardo. La cucina tipica di Alghero è basata sui crostacei e sul pesce, famosissima in tutto il mondo l’aragosta algherese. Alcuni piatti tipici sono l’aragosta algherese, gli spaghetti ai ricci di mare, la paella algherese, le monzette sotto sale al forno, la coppazza e gli spaghetti alla bottarga, tutti accompagnati con prodotti tipici sardi e da un vino della zona “Alghero DOC”, prodotto esclusivamente nella zona di Alghero. I dolci tipici sono il biancomangiare e la crema bruciata. Le più belle spiagge di Alghero

  1. Spiaggia Porticciolo di Alghero: questa spiaggia che si trova all’interno della bellissima e suggestiva Cala Viola. Sulla destra della spiaggia c’è una collinetta dove si trova una Torre saracena realizzata dagli spagnoli, dove sopra di essa si può ammirare un bellissimo panorama;
  2. Spiaggia Maria Pia di Alghero: questa spiaggia si trova a circa 1 Km dal centro abitato. La sabbia è bianca, fine e morbida nascosta da un’alta duna piena di alberi e l’acqua del mare ha dei colori cristallini. Per arrivare alla spiaggia si deve attraversare una fantastica pineta, dove c’è anche un Parco Naturale. In spiaggia si può scegliere di stare negli spazi liberi o nei due stabilimenti, inoltre ci sono ristoranti e bar;
  3. Cala Dragunara di Alghero: questa cala è una bellissima insenatura sassosa dove al suo interno si trovano un bar ed un piccolo molo, da dove partono le barche per raggiungere le “grotte di Nettuno”. La sabbia è fine e dorata ed il mare è cristallino, limpido e con i fondali ricchi di anfratti, ideali per i subacquei;
  4. Spiaggia Mugoni di Alghero: questa spiaggia si trova lungo la costa del parco di Porto Conte ed è circondata da una rigogliosa pineta dove si può satre al fresco nelle ore più calde. La sabbia è fine e bianca ed il mare di un colore verde smeraldo, tiepido e calmo;
  5. Lido di Alghero: questa spiaggia è la principale della città, sia perché è grandissima (circa 3 Km) e sia perché attira migliaia di turisti. Dalla spiaggia si può ammirare la città di Alghero;
  6. Cala Viola di Alghero: questa cala è caratterizzata da dei massi franati dove risaltano calcari bianchi. La parte della sabbia è stretta, tutto il resto è una comoda e particolare roccia, l’acqua del mare è trasparente, cristallino ed azzurro. Le arenarie violacee che risalgono al triassico, sono le più antiche d’Italia.

Monumenti e luoghi d’interesse di Alghero

Ad Alghero ci sono tantissimi siti archeologici come la “necropoli di Anghelu Ruju” dove si può visitare le domus de janas, il “sito della Purissima” dove si pensa che li sorgesse la città scomparsa di Carbia, i complessi nuragici come ad esempio le “nuraghe Palmavera” e “Santa Imbenia” e la “Tomba aragonese”. Nel centro storico di Alghero ci sono importanti architetture religiose tutte da visitare.

  1. Chiesa di Santa Barbara: risalente al XVI secolo è la chiesa più vecchia della città, adesso è diventata una parrocchia ortodossa;
  2. Cattedrale di Santa Maria Immacolata: risalente al XVI secolo è la cattedrale della diocesi di Alghero-Bosa e si trova nel centro storico di Alghero;
  3. Chiesa di San Francesco: questa chiesa è uno dei principali esempi di architettura gotico-catalana ed è un luogo di culto cattolico. Si trova affiancata al convento e nel cuore del centro storico;
  4. Chiesa di San Michele: questa chiesa è in stile barocco ed è dedicata al santo patrono della città;
  5. Chiesa di Sant’Anna: questa chiesa risale al 1735 grazie ad un privato cittadino, Simon Lacu, che donò alla città un edificio dedicato a Sant’Anna protettrice delle donne incinte. La chiesa però non è aperta al culto.
Altro in questa categoria: Costa Rei »