La storia di Cagliari

Nella seconda metà del Seicento, però, iniziò a montare una certa insofferenza nei confronti degli iberici; questo malcontento sfociò nel 1668 nell''assassinio del viceré Camarassa. Nel 1708, durante la Guerra di successione spagnola, i cagliaritani non si opposero all\'assedio anglo-olandese e per qualche anno, la Sardegna (a seguito del trattato di Utrecht) venne controllata dagli austriaci per poi passare, dal 1720 (con il Trattato dell\'Aia) sotto il dominio sabaudo.

Sebbene la città, in quegli anni, fu riorganizzata e rilanciata anche sotto il  profilo amministrativo ed economico, i rapporti con il governo centrale si fecero presto difficili: nel 1793 la richiesta di una maggiore autonomia venne rigettata e Cagliari insorse il 27-28 aprile 1794 (ancora oggi, questa data, viene ricordata e festeggiata come «Sa die de sa Sardigna»), cacciando, temporaneamente, i piemontesi.

Dal 1798 al 1814, Cagliari fu il vivace centro politico-amministrativo del Regno di Sardegna e ospitò nel Palazzo reale (detto Viceregio) la corte sabauda (allontanata dai francesi che, nel frattempo, avevano occupato il Piemonte).

Nel 1848 anche la Sardegna ottenne lo Statuto Albertino, mentre nel 1861, con l'Unità d'Italia, Cagliari conobbe una fase di crescita, intervallata da periodi di crisi e malcontento (si ricordano, in proposito, gli scioperi contro il carovita del 1906).

Nel 1924 il Governo Mussolini varò la famosa Legge del Miliardo (per la modernizzazione dell’isola) e molti contribuiti finirono proprio nelle casse di Cagliari che, nel decennio successivo, conosce un’importante espansione demografica e culturale (numerose le opere pubbliche portate a termine in questo particolare periodo storico). Durante la seconda guerra mondiale, nel 1943, però, Cagliari fu devastata da pesantissimi bombardamenti (al punto da essere dichiarata “Città Martire” e ricevere una medaglia d\'oro al valore militare).

Nel 1948, secondo l\'articolo 2 dello Statuto della Regione autonoma della Sardegna, Cagliari, divenne ufficialmente capoluogo e, anno dopo anno, si è trasformata in un moderno e vivace centro che ospita, ad oggi, circa 155 mila abitanti ed attira con il suo patrimonio culturale e il suo splendido litorale, ogni anno, milioni di turisti.

Altro in questa categoria: Il territorio di Cagliari »