Sabato, 08 Luglio 2017 15:37

Il territorio di Nuoro

Vota questo articolo
(1 Vota)
nuoro_scavi_nuraghe_tanca_manna.jpg
La città di Nuoro (192,06 km²), si sviluppa ai piedi del monte Ortobene, su un altopiano granitico, a circa 550 m s.l.m. (è uno dei capoluoghi più elevati d’Italia).

La provincia di Nuoro occupa la parte centro orientale della Sardegna, si affaccia sul mar Tirreno e confina: a ovest con la provincia di Oristano, a nord con la provincia di Sassari e, a sud, con la nuova provincia del Sud Sardegna. In seguito al ridimensionamento delle province sarde, la provincia di Nuoro ospita, oggi, 52 comuni e si sviluppa su una superficie di 3.931,12 km².

Città di Nuoro

Nuoro è il centro più popoloso della Barbagia, vasta regione montuosa che si estende lungo i fianchi del massiccio del Gennargentu. A Tiana, nella subregione storica della Barbagia di Ollolai, oltre a fittissime foreste miste di lecci, sughere, castagno e roverella, si può ammirare, nei pressi del fiume Torrei, un’importantissima testimonianza di archeologia industriale: la gualchiera (in sardo sa cracchera), utilizzata per lo più nella manifattura laniera, ma anche nell'industria della carta. Questo piccolo centro montano ospita anche la necropoli di Mancosu, un complesso di 7 domus de janas. Un’altra area archeologica importante è quella di Siniscola, importante centro balneare famosa anche per la grotta di Gana 'e Gortoe (ancora in parte inesplorata).

La più grande vetta del nuorese è l'Ortobene (955 m s.l.m.), ad est della città: è un'antica altura granitica, famosa per ospitare diversi parchi (tra questi i più frequentati sono il Sedda Ortai e il parco del Redentore).

La vegetazione dell'Ortobene risulta composta soprattutto da: querce (lecci), pini, roverelle, cisti, olivastri, filliree, corbezzoli, lavanda, lentischi, ginepri rossi, ginestre, agrifogli, ciclamini e orchidee spontanee. Tra i più rilevanti rappresentanti della fauna, si ricordano, invece: cinghiale sardo, donnola, volpe, martora, pernice sarda, picchio rosso, aquila reale, sparviero, gheppio, poiana e falco pellegrino.

In località Borbore, ai piedi del monte, si possono ammirare diverse Domus de janas e alcune tombe risalenti al neolitico.

Sedilo Domus de janas

Sedilo Domus de janas

Sedilo Domus de janas

Sedilo Domus de janas

Sedilo Domus de janas (Nu)

Tra le cittadine di Oliena, Orgosolo, Urzulei, Baunei e Dorgali si erge il Supramonte, complesso montuoso di altopiani carbonatici caratterizzati da un’altitudine media di 900 metri. Il Monte Corrasi con i suoi 1.463 m è la cima più alta; seguono poi Punta sa Pruna (1.391 m) ed il Monte Fumai (1.316 m). Particolarmente rilevante è la flora locale: qui si sviluppa Sas Baddes, una fitta ed estesa foresta di lecci.

Altra montagna degna di nota è il monte Albo, un massiccio calcareo che vede tra le sue vette più elevate Punta Catirina e punta Turuddò (1.127 m s.l.m.). Qui, trovano il loro ambiente naturale: il cinghiale, l'astore sardo, l'aquila reale, il muflone ed il rarissimo gracchio corallino.

Uno dei fiumi più importanti del nuorese è il Cedrino (descritto anche in alcuni romanzi di Grazia Deledda). Lungo circa 80 km, nasce alle pendici del monte Fumai e del monte Novo San Giovanni e sfocia all'altezza di Orosei. Il Rio Posada, invece, nasce alle pendici della punta di Senalonga e merita di essere ricordato per il fatto di essere compreso nel Parco naturale regionale di Tepilora, Sant'Anna e Rio Posada, dall’elevato valore paesaggistico. Il bioma prevalente nel territorio è quello della foresta mediterranea di sclerofille, mentre la specie arborea più significativa è il leccio. Le specie animali presenti nel territorio sono quelle tipiche della macchia mediterranea sarda: cinghiale, volpe, lepre, gatto selvatico, aquila reale e poiana.

Tra le zone umide del nuorese (molte considerate di interesse comunitario) ci sono: Palude di Osalla, Stagno di Sa Curcurica, Stagno di Sa Mattanosa e Stagno di Avalè – Su Pedrosu (nel comune di Orosei), Stagno di Pollu (nel comune di Lotzorai) e Stagno di Salina Manna (nel comune di Siniscola).Appartengono alla provincia di Nuoro anche l’isola Ruja (antistante la spiaggia di capo Comino, nel comune di Siniscola) ed alcuni scogli (Scogli di Cannazellu, Scoglio di Arrubius, Scoglio di Sarrala e Scoglio di Su Brecconi).

Altro in questa categoria: Le spiagge di Nuoro »

Login



Se vuoi pubblicizzare le tue strutture turistiche registrati

Create un account

Eventi & manifestazioni

Lun Mar Mer Gio Ven Sab Dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30

B & B - Agriturismo - Hotel - Casa vacanze in Sardegna



Se vuoi pubblicizzare le tue strutture turistiche registrati

Create un account